Icone

                                               
Formulario è un servizio gratuito. Aiutaci a mantenere aperta la partecipazione a tutti, semplicemente cliccando "Mi piace". A te non costa nulla, per noi vuol dire molto
Il nostro è un blog interattivo che grazie ad una serie di link ti consente l'agevole passaggio da una pagina di interesse all'altra, da un articolo all'altro articolo.

Aggiungi Formulario ai preferiti premendo contemporanemante i tasti Ctrl + D

Formulario: Riassunzione con atto di citazione

TRIBUNALE DI …

RIASSUNZIONE DI ATTO DI CITAZIONE

Per la Sig.ra …, C.F.: …, rappresentata e difesa in virtù di procura a margine all’atto di citazione che con il presente si riassume dall’Avv. …, presso il quale elettivamente domicilia in …, via …, n. …, e che chiede di ricevere tutte le comunicazioni relative alla presente procedura via fax al n. …, ovvero via pec al seguente indirizzo di posta elettronica certificata …
attrice
PREMESSO CHE:

1.      con atto di citazione notificato il …, l’attrice conveniva in giudizio l’odierno  convenuto;
2.       l’atto di citazione non veniva iscritto a Ruolo Generale nel termine previsto;
3.    Che l’istante ha interesse a riassumere la causa, pertanto trascrive integralmente, di seguito, l’atto di citazione notificato, che riporta procura a margine sottoscritta a favore dell’Avv. …, dalla Sig.ra …, la cui firma è stata ivi dal primo autenticata:
TRIBUNALE DI NAPOLI
SEZ. DISTACCATA DI PORTICI
ATTO DI CITAZIONE
Per la Sig.ra , C.F.: , rappresentata e difesa dall’Avv. , presso il cui Studio è elettivamente domiciliata in , via , n. , come da procura in calce al presente atto, il quale richiede di ricevere eventuali comunicazioni di Cancelleria a mezzo fax all’utenza n.: “…”
PREMESSO
- che l’istante è proprietaria dell’immobile sito in … (…) alla via …, n. …, scala …distinto con il numero interno …, in virtù di atto Notaio … n. …, rep. n. …, registrato il … (doc. 1);
- che l’immobile de quo è situato al 4° ed ultimo piano dell’edificio e, quindi, è immediatamente sottostante al lastrico solare, il quale svolge funzione di protezione dell’intero edificio di …, scala …;
- che tra il mese di novembre ed il mese di dicembre 2007 si cominciarono a verificare, a seguito di precipitazioni piovane, anche di lieve entità, notevoli infiltrazioni d’acqua meteorica all’interno di vari ambienti del suindicato immobile provenienti dal lastrico solare;
- che tali infiltrazioni provocarono macchie di umidità sul soffitto in vari ambienti dell’immobile, macchie poi degenerate nel rigonfiamento dell’intonaco, della pitturazione dell’intonaco e delle tavelle della soffittatura nei seguenti locali: salone, camera da letto, bagno e balcone (doc. 3). Inoltre, il solaio di copertura subiva gravi danni;
- che tali infiltrazioni trovano causa nella vetustà e nelle condizioni obiettivamente obsolete del lastrico solare sovrastante l’immobile, nonché nell’assenza di manutenzione ordinaria del medesimo;
- che l’istante immediatamente informava dell’accaduto il Sig. …, amministratore del condominio, richiedendo il risarcimento dei danni subiti (doc. 2);
- che alcun seguito è stato dato alla richiesta dell’odierna attrice: ad oggi, infatti, non si è ancora provveduto alla impermeabilizzazione del lastrico solare, con notevole rischio di nuovi danni, nè a risarcire l’istante dei danni già subiti;
- che in tema di condominio di edifici il lastrico solare, sono tenuti all’obbligo di provvedere alla sua riparazione o alla sua ricostruzione tutti i condomini cui il lastrico solare funga da copertura dell’appartamento. Pertanto, dei danni cagionati all’appartamento sottostante per le infiltrazioni d’acqua provenienti dal lastrico, deteriorato per difetto di manutenzione, rispondono tutti gli obbligati inadempienti alla funzione di conservazione. Diversamente – nel caso in cui un unico condomino sia proprietario esclusivo o titolare del diritto di uso esclusivo del lastrico – rispondono tutti i condomini ma secondo le proporzioni stabilite dall’art. 1126 c.c., vale a dire, i condomini ai quali il lastrico serve da copertura, in proporzione dei due terzi, ed il titolare della proprietà o dell’uso esclusivo, in ragione nella misura del terzo residuo (tra le tante, Cass. civ. Sez. III, 13-12-2007, n. 26239).
Tanto premesso l’attrice, come sopra rappresentata, difesa ed elettivamente domiciliata
CITA
il CONDOMINIO DI … (…) in persona del suo amministratore e rappresentante legale pro tempore, a comparire innanzi il Tribunale di …, il giorno … alle ore di rito e nei locali di udienza con invito a costituirsi nel termine di 20 giorni prima di tale udienza  ai sensi e nelle forme di cui all’art. 166 c.p.c. e con espresso avvertimento che la costituzione oltre il suddetto termine implica le decadenze di cui all’art. 167 c.p.c. e che, in caso di mancata costituzione si procederà in sua contumacia per ivi, contrariis reiectis, sentire accogliere le seguenti conclusioni:
1. accertare e dichiarare che le infiltrazioni ed i relativi danni per cui è causa sono da ascriversi a colpa esclusiva del condominio del lastrico solare; e per l’effetto:
2. condannare il convenuto condominio al pagamento in favore dell’attrice della somma da determinarsi in corso di causa - anche a mezzo CTU che sin da adesso si richiede - per il risarcimento dei danni subiti dall’attrice per le ragioni di cui in premessa e/o per il danno esistenziale subito;
3. Condannare il convenuto a svolgere a proprie spese idonei lavori di impermeabilizzazione del lastrico solare;
4. Con vittoria di spese, diritti ed onorari di causa.
In via istruttoria chiede: (a) disporsi interrogatorio formale dell’amministratore pro tempore del Condominio di … o, in subordine, (b) prova per testi su tutte le circostanze di fatto indicate in premessa qui da intendersi ripetute e trascritte con l’anticipo della locuzione “è vero che”, con riserva di indicazione dei testimoni (c) nominarsi C.T.U. al fine di determinare la causa e l’entità dei danni subiti dall’attrice.
Con riserva di produrre altri documenti ed articolare mezzi istruttori nei limiti consentiti dal codice di rito.
Si dichiara che la presente causa ha valore da Euro 5.200 e fino a Euro 26.000.
Si depositano in Cancelleria i seguenti documenti: 1) Copia atto notarile di compravendita immobile; 2) Copia lettera raccomandata n. …5 3) copia fotografie del appartamento.
Salvis iuribus,
luogo e data                                      Avv. …
Tanto premesso l’attrice, come sopra rappresentata, difesa ed elettivamente domiciliata ed avendone interesse
CITA IN RIASSUNZIONE
il CONDOMINIO di … in persona del suo amministratore e rappresentante legale pro tempore, a comparire innanzi il Tribunale di …il giorno … alle ore di rito e nei locali di udienza con invito a costituirsi nel termine di 20 giorni prima di tale udienza  ai sensi e nelle forme di cui all’art. 166 c.p.c. e con espresso avvertimento che la costituzione oltre il suddetto termine implica le decadenze di cui all’art. 167 c.p.c. e che, in caso di mancata costituzione si procederà in sua contumacia per ivi, reiectis contrariis, sentire accogliere le seguenti conclusioni:
1. accertare e dichiarare che le infiltrazioni ed i relativi danni per cui è causa sono da ascriversi a colpa esclusiva del condominio convenuto; e per l’effetto:
2. condannare il convenuto condominio, in persona del suo legale rappresentante pro tempore, al pagamento in favore dell’attrice della somma da determinarsi in corso di causa - anche a mezzo CTU che sin da adesso si richiede - per il risarcimento dei danni subiti dall’attrice per le ragioni di cui in premessa e/o per il danno non patrimoniale subito;
3. Condannare il convenuto a svolgere a proprie spese idonei lavori di impermeabilizzazione del lastrico solare;
4. Con vittoria di spese, diritti ed onorari di causa.
In via istruttoria chiede: (a) disporsi interrogatorio formale dell’amministratore pro tempore del Condominio di … o, in subordine, (b) prova per testi su tutte le circostanze di fatto indicate in premessa qui da intendersi ripetute e trascritte con l’anticipo della locuzione “è vero che”, con riserva di indicazione dei testimoni (c) nominarsi C.T.U. al fine di determinare la causa e l’entità dei danni subiti dall’attrice.
Con riserva di produrre altri documenti ed articolare mezzi istruttori nei limiti consentiti dal codice di rito.
Si dichiara che la presente causa ha valore da Euro 5.200,00 e fino a Euro 26.000,00.
Si depositano in Cancelleria i seguenti atti e documenti:
Atti: 1) Atto di citazione; 2) Atto di citazione in riassunzione;
Documenti: 1) Copia atto notarile di compravendita immobile; 2) Copia lettera raccomandata n. …; 3) copia fotografie del appartamento.
Salvis iuribus,
Luogo, data                                                                                                         Avv. …

Nessun commento:

Posta un commento